NEWS

31 maggio 2017

Autopromotec 2017: la fiera dei record

Record di espositori e visitatori per un appuntamento in grado di tracciare con sempre maggiore efficacia le tendenze e il futuro della riparazione



Si è conclusa la 27esima edizione di Autopromotec, la rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, che ha avuto luogo a Bologna dal 24 al 28 maggio scorsi. Gli organizzatori confermano il successo della manifestazione, attestando numeri di assoluto rilievo: 113.616 presenze totali di operatori professionali, ben 9.627 in più quindi rispetto alla scorsa edizione (+9,26%). Di questi, 90.061 provengono dall’Italia mentre 23.555 dall’estero, con un aumento del l’8,06% di presenze di operatori professionali italiani e del 14,09% di internazionali. La manifestazione ha registrato inoltre la presenza di 422 giornalisti specializzati, il 33,4% dei quali provenienti dall’estero.

Innumerevoli i momenti di formazione e informazione, grazie all’ampio calendario di convegni e approfondimenti organizzati nell’ambito di AutopromotecEDU, l’arena di confronto e dibattito sulle tematiche più attuali del post-vendita automotive. Proprio in termini di convegni, sono stati 93 gli eventi di approfondimento durante i cinque giorni di rassegna fieristica, incontri che hanno coinvolto 2.900 professionisti del settore, registrando nella maggior parte dei casi il tutto esaurito.

Grazie alla collaborazione con ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e Unioncamere Emilia Romagna, inoltre, ad Autopromotec 2017 hanno partecipato più di 120 buyer istituzionali provenienti da oltre 30 Paesi, i quali hanno preso parte a 720 incontri B2B con gli espositori italiani. Gli incontri, organizzati in fiera tramite la piattaforma di business matching B2Match, si sono svolti all’interno del “Circuito delle Idee”, lo spazio allestito presso il Quadriportico del quartiere fieristico di Bologna.

Il successo di Autopromotec si evince anche dai risultati dalle attività digital: il sito ufficiale della manifestazione ha fatto registrare 182.609 visitatori unici e 1.950.542 di pagine visualizzate. Particolarmente vivace l’attività sui profili social della manifestazione, con il coinvolgimento di una base utenti sempre più ampia e attiva che ha seguito in diretta l’edizione 2017 della rassegna.

Renzo Servadei, Amministratore Delegato di Autopromotec, ha così commentato il successo della manifestazione: “I numeri di assoluto rilievo di questa edizione di Autopromotec ci spronano a continuare in questa direzione, mantenendo alta la qualità dell'esposizione e delle sessioni convegnistiche organizzate nell’ambito di AutopromotecEDU. A contribuire al successo di Autopromotec 2017 è senz’altro la leadership mondiale delle aziende coinvolte nel business automotive aftermarket. I dati, poi, dimostrano ancora una volta come il settore si stia rafforzando”.

Ogni edizione è caratterizzata da un “fil rouge” che supporta i professionisti della riparazione nell’identificazione delle tendenze del mercato al fine di orientarsi con maggiore consapevolezza tra i prodotti e i servizi che molto presto diventeranno indispensabili all’interno della propria attività. Quest’anno si è fatta luce sull’Officina 4.0, ovvero l’autoriparazione del futuro, un tema illustrato da massimi esperti automotive oltre che da una scenografica rappresentazione virtuale su come sarà l’auto e l’assistenza di domani. Questa iniziativa, sviluppata in collaborazione con Accenture, ha riscosso notevole interesse, facendo registrare il “tutto esaurito” in tutte le sessioni di presentazione, per un totale di 1.460 ingressi.

La 27esima edizione di Autopromotec ufficialmente conclusa si può riassumere in tre parole: innovazione, tecnologia e internazionalizzazione. Se l’edizione 2017 è stata un successo, l’attesa per l’evento 2019 sarà ancora più grande, per via dei sempre più veloci processi evolutivi in atto che stanno coinvolgendo l’intera filiera.

Il prossimo appuntamento con la fiera Autopromotec, quindi, è previsto dal 22 al 26 maggio 2019, sempre presso il quartiere fieristico di Bologna.

PhotoGallery

×