Attualità

Arval: Obiettivo Formazione

L’E-Mobility è al centro del nuovo piano strategico 2020-2025 “Arval Beyond”. Tre gli obiettivi di Arval: diventare protagonista nell’offerta di prodotti e servizi di mobilità sostenibile; proporre soluzioni per tutti i consumatori; raggiungere, entro il 2025, i 2 milioni di veicoli noleggiati, 500mila dei quali elettrificati. E il Piano di Formazione per il Network Preferenziale segue il passo

Consapevole della grande rivoluzione elettrica, conclamata da un piano che “guarda oltre” e che investe anche il Network Preferenziale la società, già attiva con un Piano di Formazione articolato che coinvolge l’intera rete di riparatori e carrozzieri degli Arval Premium Center e degli Arval Center, lo ha da tempo integrato e arricchito con webinar mirati sull’e-Mobility, affidandosi a collaboratori, partnership e accordi con importanti player del settore.

Primo step per accrescere le competenze del Network in tema di e-Mobility il webinar organizzato lo scorso settembre e promosso da Arval in collaborazione con NT24.it, società del Gruppo Editoriale DBInformation. Al corso tenuto da Massimo Gamba – docente ed esperto del CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano – hanno partecipato quasi 1.000 operatori, titolari di officine e carrozzerie Arval Premium Center e Arval Center.

Obiettivo del corso, fornire il know how necessario per la manutenzione e la riparazione dei veicoli ibridi ed elettrici con rilascio di un attestato di partecipazione, affrontando temi come la questione ambientale e l’obbligo di migliorare l’efficienza energetica nel settore dei trasporti, gli incentivi e i vantaggi per lo sviluppo dei veicoli elettrici e ibridi, presentando alcuni veicoli elettrici e ibridi in commercio, la tecnologia e le prestazioni delle batterie, approfondendo la normativa di riferimento per i sistemi di ricarica in AC e DC (Norma CEI 64-8 V5 sezione 722 alimentazione dei veicoli elettrici) e fornendo esempi di progettazione e installazione di sistemi di ricarica.

Parte sostanziale del corso, anche l’importanza di appropriarsi delle nuove tecnologie adottate nell’e-Mobility per sapere come intervenire in officina. “Oggi – ha spiegato il docente – non si può dire al cliente che l’officina non ha persone esperte e non è in grado di riparare le vetture elettrificate”. Non solo, la gestione in sicurezza di un’auto elettrificata in officina o in carrozzeria è decisiva anche per tutelare i professionisti deputati alla riparazione e alla manutenzione.  “Per operare sui veicoli elettrificati in officina, servono figure specializzate: Persone Esperte (PES) o Persone Avvertite (PAV) e per conseguire questa abilitazione occorre frequentare uno specifico corso di formazione di 16 ore”.

Idoneità PES-PAV con Arval
E proprio per consentire al proprio Network Preferenziale di assolvere agli obblighi relativi alla formazione in materia di manutenzione dei veicoli elettrici la Divisione Network, con la collaborazione di NT24.it, ha integrato nel Piano di Formazione un webinar di 16 ore che consente di ottenere l’idoneità PES-PAV. Una certificazione indispensabile alle officine e alle carrozzerie per effettuare lavori di manutenzione con rischio elettrico in veicoli elettrici o ibridi, secondo le norme tecniche di riferimento. Ricordiamo che i termini PES e PAV sono definiti dalla Norma CEI 11-27 e le persone idonee sono quelle esplicitamente autorizzate dal datore di lavoro ad eseguire lavori sotto tensione. Il corso “Idoneità PES-PAV per il Network Preferenziale”, inaugurato agli inizi di novembre, è ricco di casi reali ed esempi pratici e arricchito di contenuti multimediali a supporto. A fine corso, il superamento di un test darà diritto all’attestato di idoneità. In caso di mancato superamento al primo tentativo, verranno forniti i materiali per superare il test e ottenere l’attestato.

La parola al Direttore Network di Arval Italia
A Marco Mosaici, Direttore Network di Arval Italia, è affidata la grande responsabilità di traghettare gli Arval Premium Center e gli Arval Center verso la mobilità sostenibile al centro del nuovo piano strategico 2020-25 “Arval Beyond”. Si tratta di un percorso fatto di passaggi concreti e pianificati e che vede coinvolto, in primo luogo, il Piano di Formazione indirizzato a officine e carrozzerie della rete. “Per sostenere il Network Preferenziale nel cambiamento verso la e-Mobility – conferma Mosaici – abbiamo integrato nei corsi di formazione già programmati, e ora svolti nell’altrettanto efficace modalità online dei webinar, sessioni dedicate in maniera specifica alla nuova mobilità e alle modalità per operare a regola d’arte sui veicoli elettrificati. La risposta della rete è stata più che positiva: i corsi realizzati finora hanno registrato una grande partecipazione e il vivo interesse di autoriparatori e carrozzieri. Questa risposta rappresenta una conferma della grande consapevolezza e del senso di responsabilità sempre più diffusi nel nostro Network. È altresì per noi la dimostrazione di essere sulla strada giusta, per proseguire nel nostro obiettivo di operare per l’eccellenza del servizio, della qualità e delle relazioni tra professionisti che affrontano, senza paura, un futuro fatto di sfide e opportunità”.

Enel X: un partner per l’elettrico
A Federica Giorgi, Strategic mobility sales di Enel X abbiamo chiesto di spiegarci, più nel dettaglio, in cosa consiste l’offerta Recharge Partner di Enel X e a chi è rivolta, com’è strutturata, come funziona e quali sono i vantaggi che offre ai partner. “Enel X Recharge Partner è un’offerta dedicata alle imprese che desiderano diventare partner commerciali di Enel X installando infrastrutture di ricarica ad accesso pubblico nelle proprie aree di parcheggio. In particolare, l’offerta è rivolta ai clienti Business che abbiano un sito accessibile al pubblico e che siano pronti a scommettere insieme a noi sulla “rivoluzione elettrica” che è sempre più attuale anche nel nostro Paese. Attraverso la Recharge Partner forniamo ai nostri clienti Business un pacchetto “chiavi in mano” che prevede la fornitura e l’installazione delle infrastrutture di ricarica della gamma Juice di Enel X. Una gamma completa in grado di coprire tutte le esigenze di ricarica del parco circolante elettrico, dal momento che le nostre infrastrutture garantiscono infatti sia la ricarica in corrente alternata, sia la ricarica in corrente continua a potenze superiori. Nella soluzione Recharge Partner l’infrastruttura di ricarica viene allacciata alla fornitura elettrica del partner, ed in questo modo evitiamo il proliferare dei punti di prelievo e garantiamo al nostro partner la possibilità di fare business anche attraverso l’erogazione del servizio di ricarica.  Oltre a diventare parte attiva del processo di elettrificazione del Paese, attraverso questa offerta il nostro partner potrà mettere a disposizione dei propri clienti anche questo ulteriore servizio, con evidenti benefici anche in termini di pedonabilità del proprio sito. Le infrastrutture di ricarica infatti saranno visibili sulle app di tutti i Mobility Service Provider che offrono il servizio di ricarica agli e-Drivers contribuendo dunque ad aumentare l’afflusso di traffico presso il sito del nostro partner. Inoltre, il partner parteciperà ai ricavi generati dall’infrastruttura di ricarica nella misura del 70%: in questo modo dunque potrà garantirsi una ulteriore fonte di ricavo rispetto a quelle tipiche del proprio core business”.

Formazione E-Mobility
La testimonianza degli Arval Premium Center
Abbiamo chiesto ad alcuni titolari di Arval Premium Center la loro opinione in merito al tema della nuova mobilità – in particolare su come e quanto elettrico e ibrido impattino sull’attività della loro carrozzeria – quindi quanto siano pronti ad affrontare la transizione all’elettrico e a gestire manutenzione e riparazione dei veicoli elettrificati. Volevamo inoltre approfondire la loro opinione sull’importante Piano di Formazione strutturato da Arval per il Network Preferenziale, un percorso che comprende webinar focalizzati sulle competenze imprenditoriali necessarie per vincere le sfide del futuro e corsi online dedicati all’e-Mobility, propedeutici all’ottenimento dell’idoneità PES-PAV. Ecco le testimonianze di alcuni rappresentanti dei Premium Center del Network Preferenziale Arval.

Carrozzeria Chianella Multiservice
Situata a Torgiano, in provincia di Perugia, la Carrozzeria Chianella Multiservice da oltre 50 anni è un punto di riferimento in Umbria per interventi di carrozzeria e meccanica. È un Arval Premium Center, struttura multiservice di eccellenza e offre servizi di carrozzeria, meccanica, pneumatici, detailing, allestimenti veicoli per disabili, consulenza pratiche, sostituzione vetri, noleggio e vendita auto.

Fabio Chianella, titolare: “La nuova mobilità, elettrico ma soprattutto ibrido, è già una realtà per il nostro Arval Premium Center. Molte auto vengono portate da noi per riparazioni e manutenzioni meccaniche e di carrozzeria: si tratta in primo luogo di flotte di noleggio ma da qualche tempo e sempre di più, grazie agli incentivi concessi dallo Stato, di mezzi di persone fisiche e società private. La nostra azienda ha sempre seguito corsi di formazione individuali e di gruppo che ultimamente, grazie al supporto fornito da Arval ai Premium Center, sono aumentati costantemente. Noi ci siamo inoltre attrezzati con nuovi macchinari e strumenti adeguati a intervenire su questa nuova tipologia di veicoli in continuo sviluppo. Avere un partner come Arval che ti sostiene con webinar periodici dedicati all’aggiornamento sulle evoluzioni delle tecnologie applicate ai veicoli e sull’andamento del mercato è un valore aggiunto decisivo. Ci permette infatti di crescere, mettendoci in grado di affrontare i repentini cambi di marcia a cui è soggetto il settore automotive”.

Fariello Car Point
Fariello Car Point è stata fondata negli anni 70 da Cataldo Fariello e i fratelli. Oggi, la governance del Gruppo è affidata alla seconda generazione: Luigi, Antonella e Alessandro Fariello. Arval Premium Center situato a Corato, in provincia di Bari, l’innovativa officina multiservizi si occupa a 360 gradi dell’auto: dalla carrozzeria alla manutenzione con nuovi percorsi di rilevazione del guasto agli interventi di diagnosi e la riparazione, l’elettronica, il servizio gomme, la carrozzeria. È all’avanguardia nel controllo dei tempi di intervento, monitorati e migliorati di continuo.

Alessandro Fariello, Amministratore: “Le auto elettriche circolanti nella nostra area territoriale sono un numero limitato, nonostante il trend di crescita positivo nazionale. Molto più consistente è l’aumento delle auto ibride, scelte da clienti con esigenze specifiche di percorrenza e di autonomia chilometrica settimanale. In entrambi i casi, nel 2020, le riparazioni effettuate sulle tipologie dei veicoli sopra elencati non superano il 5% del totale. Il cambiamento non è mai stato visto nella nostra azienda come un problema ma come un’opportunità di crescita. La nuova sede, inaugurata poco più di un anno fa, è nata per affrontare tutte le sfide presenti e future che il settore automotive ci riserverà. La nostra struttura si estende su 6.000 m2 grazie ai quali disponiamo di appositi spazi interni dedicati alla manutenzione dei veicoli elettrici ed esterni, allestiti con apposite colonnine di ricarica. Gli interventi di riparazione sulle auto elettriche e ibride richiedono una gestione attenta e rigorosa, per salvaguardare la sicurezza degli automobilisti e degli addetti ai lavori. I professionisti che intervengono su questo tipo di vetture, dagli addetti al carro attrezzi ai tecnici di meccatronica e di carrozzeria, necessitano di nuove e più approfondite conoscenze tecniche, senza dimenticare che per potere operare in sicurezza occorrono certificazioni specifiche. Arval ha permesso a molti Premium Center come il nostro di ottenere le certificazioni PES e PAV e ricorrendo ai webinar è stato possibile limitare i disagi e i costi rispetto ai corsi tradizionali. Oltre alle abilitazioni, in questi mesi Arval ha erogato tanta formazione online affidata a professionisti dei vari settori. Il confronto è sicuramente opportunità, valore, crescita. Oggi, gestire ed essere imprenditori di realtà ormai così complesse con interlocutori così diversificati richiede grandi competenze e capacità organizzative, anticipando i tempi: solo così potremo vincere le sfide future”.

Procar
A Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini, l’officina multibrand Procar, Arval Premium Center, opera nella riparazione e manutenzione meccatronica, nella carrozzeria, nelle gomme, nella gestione dei servizi assicurativi. Tra le sue attività primarie, il noleggio a lungo termine con formule che comprendono tutti gli aspetti assicurativi, assistenza stradale, manutenzione ordinaria e straordinaria, permuta dell’usato.

Massimo Raggini, titolare: “Il nostro impianto di assistenza si rivolge agli automobilisti e alle imprese della bassa Romagna. In questa comunità circolano 480mila macchine in totale (dato al dicembre 2019). Le auto elettriche ed ibride, in quella data, erano 4.359, lo 0,9%: un impatto trascurabile. Ma ovviamente siamo pronti dal punto di vista normativo e delle dotazioni di legge. Altro è il discorso sull’effettiva competenza per intervenire su queste automobili. Ritengo che sarà un percorso lungo, necessariamente supportato da azioni di riqualificazione. Ho avuto modo di partecipare alle iniziative del Piano di Formazione di Arval sui temi più attuali per il settore e devo dare atto alla Direzione Network di avere selezionato formatori di alto livello, sia per competenze sia per capacità didattica. Ho apprezzato la capacità di inquadrare sul piano tecnologico, ambientale e della prospettiva industriale il tema dell’elettrificazione del mondo automotive. Appare convincente la conclusione cui porta l’interlocutore: i motori endotermici nella mobilità hanno il destino segnato. Resta solo da mettere a fuoco l’arco temporale che porterà a questa ennesima rivoluzione. Anche se in azienda avevamo già certificato due operatori con la qualifica PES-PAV, ho approfittato dell’iniziativa di Arval per formarne un terzo. Sono molto soddisfatto del confronto continuo e frequente con il personale Arval dedicato alla rete: l’azione coordinata tra chi offre un servizio di cura del prodotto “automobile” (come fa Arval con i propri driver e clienti) e le officine, che organizzano ed erogano quel servizio, è fondamentale. La dimensione di Arval e soprattutto la sua capacità di guardare oltre l’orizzonte della mobilità è preziosissima per gli autoriparatori, perché fornisce una bussola molto utile per orientare la rotta degli investimenti e della qualificazione dell’impresa. Lo sforzo di erogare direttamente è meritorio poiché punta ad allineare le competenze della propria rete su livelli decisamente alti”.

Scroccaro Centro Servizi
Con sede a Marghera, in provincia di Venezia, l’Arval Premium Center Scroccaro Centro Servizi di Stevanato Vania opera da oltre 50 anni, rispondendo alle continue nuove richieste del mercato, adeguando la propria attività a ogni innovazione tecnologica e fornendo un’ampia gamma di servizi: meccatronica, carrozzeria, gomme, noleggio auto, vendita auto nuove e usate, riparazione pullman e veicoli industriali, assistenza assicurativa e stradale.

Vania Stevanato, titolare: “Negli ultimi anni, il settore dell’automotive ha registrato un significativo cambio di traiettoria verso la mobilità a ridotto impatto ambientale (elettrico e ibrido). In questo panorama, noi di Scroccaro Centro Servizi ci stiamo progressivamente preparando al cambiamento, formando il nostro personale e dotandoci di apparecchiature di ultima generazione. Ci siamo inoltre dotati di un sistema per la diagnostica e la calibrazione dei sistemi ADAS presenti su tutte le vetture di ultima generazione (elettriche, ibride e tradizionali). Per quanto riguarda gli interventi sulle vetture elettriche e ibride, oggi questi rappresentano circa il 5-10% del nostro fatturato e riguardano la manutenzione, la diagnostica e la carrozzeria. In tema di formazione, abbiamo partecipato a un primo corso sulla messa in sicurezza dei veicoli elettrici e ibridi e parteciperemo presto a quello previsto da Arval utile all’ottenimento dell’idoneità PES-PAV. Il Piano di Formazione Arval ha rappresentato e rappresenta per il nostro Centro Servizi un’importante ed esclusiva opportunità di crescita e di sviluppo professionale: i programmi proposti ci hanno premesso di affinare e approfondire le nostre conoscenze tecniche e operative”.

production mode