News di prodotto

GPS Prodotti&Servizi: efficienti anche con il lock down

Il lock down non coinvolge carrozzerie e officine. Si può lavorare ma servono i ricambi. A questo ci pensa anche e soprattutto in emergenza Coronavirus GPS Prodotti & Servizi. Un servizio progettato sull'efficienza che ha ben retto lo stress da emergenza. Parola di Luca Morini che abbiamo intervistato

Emergenza Coronavirus e lock down, tutti abbiamo imparato il significato di queste parole. Lock down, cioè riduzione delle attività industriali, artigianali e del commercio per limitare la diffusione del contagio. I decreti al riguardo si sono susseguiti e in tutti è rimasta la facoltà di restare aperti per officine e carrozzerie. Essere aperti non basta, bisogna anche avere gli strumenti per lavorare e i ricambi sono diventati lo spartiacque tra lavorare e non lavorare. In questi momenti difficili si è distinta GPS Prodotti&Servizi, una società che ha mantenuto un’elevata operatività in questi giorni difficili grazie alle stategie di efficienza messe in atto al momento della sua fondazione nel 2018. Abbiamo intervistato uno dei soci e anima attiva di GPS Prodotti e Servizi, Luca Morini che in questa attività ha trasferito anche tutta la sua esperienza maturata in tanti anni di operatività nel settore e in particolare con la gestione dei grandi guasti.

Come è nata GPS Prodotti&Servizi?
Nella mia esperienza professionale, maturata soprattutto con le flotte, ho intuito alcune necessità, proprio delle flotte, nel reperire in maniera più veloce alcuni ricambi. Ho analizzato che in effetti il mercato aveva spesso una risposta pigra alle richieste di pezzi. Così abbiamo analizzato il problema e ci siamo resi conto che spesso questi ritardi sono innescati dalla parte finale della catena. Le officine e le carrozzerie di solito richiedono i pezzi al ricambista di fiducia il quale si rivolge ai suoi fornitori e qui si innesta la lentezza: spesso i suoi fornitori coprono solo il 40% dell’offerta sul mercato aftermarket e molto meno dei pezzi originali attraverso i dealers delle case. Insomma i ricambisti non riescono a coprire il 100% delle richieste e qui si creano i ritardi sull’evasione delle richieste. Noi abbiamo deciso di fare forti investimenti sulla ricerca e sugli accordi commerciali tra distributori e produttori aftermarket e dealer di pezzi originali. Abbiamo a oggi oltre 90 accordi importanti. E poi abbiamo creato un vero e proprio market place digitale”.

Market Place; dunque una piazza virtuale?
“Esatto, una piattaforma in cui chi cerca il ricambio non solo lo può trovare rapidamente ma usufruisce di una serie di servizi che rendono l’acquisto rapido e sicuro con anche saving economico. Partiamo dall’offerta. Abbiamo una squadra di esperti che analizzano il parco circolante e anticipano quelle che saranno le richieste del mercato. Poi i nostri esperti si attivano per creare la disponibilità del pezzo: abbiamo così la certezza che ci sia disponibilità di almeno un fornitore aftermarket e un fornitore ufficiale. Sembra cosa da poco e invece è questo il nostro punto di forza. Nel 2019 i numeri ci premiano: abbiamo ottenuto un’efficienza nell’evasione delle richieste del 98,6%. La piattaforma incrocia la targa dei veicolo con il telaio reale della vettura e permette risposte in tempo reali su disponibilità pezzi, tempi di consegna e prezzi. Ma non basta questo per dare efficienza al cliente. Noi abbiamo anche una squadra di tecnici che analizza i preventivi e segnala o rimuove eventuali anomalie, facendo saving per il cliente.”

In che senso saving?
“Facciamo un esempio. Il cliente seleziona per una vettura una porta completa e la modanatura della porta. La porta completa integra già la modanatura così noi segnaliamo l’errore e facciamo risparmiare tempo al cliente. Poi la nostra piattaforma offre la visualizzazione “VISUAL 3D” e permette di “esplodere” le sezioni della vettura così chi fa l’ordine sa già cosa c’è sotto un radiatore prima ancora di smontare. Anche qui la squadra di tecnici segnala al cliente se magari ha dimenticato un pezzo indispensabile per effettuare una riparazione. Altro tempo risparmiato. Noi analizziamo gli ordini ed evitiamo errori e duplicazioni di acquisti, questo è saving per il cliente.”

In questo periodo di Coronavirus siete operativi?
“Si siamo operativi e riusciamo a coprire gli ordini in tutta Italia grazie ai nostri accordi e alla gestione delle consegne che abbiamo reso efficiente ancora prima dell’emergenza. Anche qui abbiamo del personale che segue le spedizioni attraverso accordi con i corrieri nazionali e locali. La nostra efficienza viene proprio dalla gestione dell’ultimo miglio che è quello più critico. In queso periodo di emergenza ovviamente non abbiamo la normale velocità di consegna. I corrieri nazionali viaggiano quasi alla normalità mentre sul trasporto locale c’è una certa lentezza. Tuttavia consegnamo sempre. E tra l’avere un pezzo con tempi più lunghi ma averlo è ben diverso da essere sprovvisti di pezzi.”

#iostoconlafilieraautomotive

Luca Morini

Visual 3D

a cura di Renato Dainotto

production mode