Attualità

Nuovo DPCM: anche i concessionari restano aperti

Il nuovo DPCM del 3 novembre identifica i concessionari di auto tra i servizi di prima necessità.

Le concessionarie auto rimarranno aperte sia con i servizi di assistenza, sia con quelli di vendita. Un’indicazione che deriva dall’ultimo DPCM, che identifica i servizi di questa categoria tra quelli di prima necessità.

Tra questi il Gruppo Autotorino, che ha sviluppato nelle sue filiali il modello di accoglienza ‘Più Sicuro’, che recepisce ed incrementa le disposizioni di prevenzione attive a livello nazionale, a tutela di clienti e collaboratori. Inoltre, grazie a nuove funzionalità digitali, l’esperienza in concessionaria è affiancata dalla possibilità di visionare e preventivare la vettura preferita in videochiamata, concludendo infine il contratto anche in forma remota, con la firma elettronica OTP Secure Call. Infine, ogni vettura può essere provata in test-drive o ritirata dopo l’acquisto o dopo un intervento di manutenzione con abitacolo igienizzato e disinfettato.

Come imprenditore sento quotidianamente la responsabilità di garantire il lavoro di 1700 persone e una risposta ad ogni cliente che si rivolge alle filiali del Gruppo Autotorino. Non posso che accogliere positivamente questa decisione, frutto di un’importante azione di sensibilizzazione verso il Governo e le Regioni operata da Federauto, poiché ci consente di mantenere attivi i nostri servizi sul territorio, nonché poter consegnare con regolarità le vetture acquistate nelle scorse settimane a persone che ne potrebbero aver bisogno proprio ora. È infatti un momento in cui la mobilità individuale diventa essa stessa un fattore di protezione per chi ha inderogabile necessità di spostarsi” commenta Plinio Vanini, presidente del Gruppo Autotorino – top dealer automotive italiano operativo in Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna – che aggiunge: “La propensione del pubblico ad acquistare un’auto come avvenuto negli scorsi mesi è un segnale che dimostra come le persone vogliano guardare oltre questo periodo. Un segnale di fiducia che oggi deve essere preservato, con prudenza e determinazione, perché può portare anche ad uno svecchiamento del parco auto circolante, con importanti risultati verso l’ambiente”.

Dall’inizio dell’anno Autotorino ha investito in modo importante per garantire modalità di contatto sempre più sicure e flessibili al pubblico. Abbiamo predisposto percorsi e protocolli di sicurezza accuratamente applicati nelle filiali Autotorino ed aperto nuove possibilità di contatto digitali, dall’appuntamento in videochiamata alla firma remota dei contratti con tecnologia sicura OTP. Investimenti che per noi significano permettere la continuità e la facilitazione d’accesso ai nostri servizi” – conclude Vanini.

production mode