Attualità

15 aprile: si apre la finestra del cambio stagionale gomme

Cambio stagionale gomme: per quasi tutta Italia il fine obbligo gomme invernali parte dal 15 aprile con il cambio gomme 2021. Come nel film il Gladiatore questa data è un po’ come l’incitazione di Massimo Decimo Meridio: “Al mio segnale scatenate l’inferno”. Inferno è in effetti tutti gli anni perché il regolamento su questa operazione fissa nel 15 maggio la data per il completamento dell’operazione di cambio stagionale passando alle gomme auto estive. Il treno di gomme estive si userà poi fino al prossimo 15  novembre dove ripartirà la scadenza obbligo gomme invernali.

CI SONO ECCEZIONI AL CAMBIO STAGIONALE GOMME?

Restano esclusi gli automobilisti che usano gomme 4stagioni oppure gomme da neve con il codice di velocità identico a quello delle gomme estive. Tuttavia circolare d’estate con le gomme auto da neve non è furbo. L’auto ha un comportamento meno preciso in velocità (le gomme invernali hanno tasselli flessibili), gli spazi di frenata si allungano e l’usura si fa importante al salire della temperatura dell’asfalto. Non ultimo l’efficienza: le gomme da neve in estate offrono maggiore resistenza al rotolamento con effetti negativi su consumi ed emissioni allo scarico.

CAMBIO GOMME IN ZONA ROSSA

Le gomme invernali fino a quando si possono usare? Se non hanno il codice di velocità uguale a quello delle estive dal 15 maggio scattano le sanzioni. Quindi preparate il vostro reparto gomme a un superlavoro. Il momento del cambio stagionale pneumatici per chi fa servizio multi service nella propria carrozzeria è anche un punto fermo per fare dei controlli sulle vetture dei clienti. Se si riscontrano usure o problemi vanno tempestivamente segnalati per poter procedere agli interventi. Attenzione se la vostra regione è in zona rossa il cambio gomme stagionali è sempre possibile e vale come motivazione per raggiungere le vostre carrozzerie. Se volete essere zelanti con i vostri clienti potete inviare loro una mail o un sms di conferma appuntamento per questa lavorazione. Il cliente può usare queste tracce elettroniche in presenza di un controllo.

I CONTROLLI ALLA SCADENZA GOMME INVERNALI

Il treno di gomme estive come è messo? Se il battistrada residuo è pericolosamente vicino a 1,6 mm (il limite di legge) mostrate le condizioni al cliente, segnalando che sotto i 2 mm una pozzanghera in velocità potrebbe causare aquaplaning (la gomma non tiesce a eliminare tutta l’acqua tra battistrada e asfalto) con perdita di controllo del mezzo. Il cliente non ci crede? Le gomme hanno i segnalatori di usura: quadratini che affiorano quando il battistrada è al limite in corrispondenza della scritta TWI (Tread Wear Indicator) sulla carcassa. Così potete dimostrare quanto sono usurate le gomme. Infine ricordate al cliente che con gomme troppo usurate si può essere multati durante un controllo, non si passa la revisione, in caso di sinistro l’assicurazione esercita la rivalsa e soprattutto si rischia tanto, troppo sul fronte sicurezza. Eventuali ernie sono da mostrare subito perché di solito causano la lacerazione della carcassa. Battistrada screpolato? Potrebbe essere colpa del tempo e del sole che ha indurito e deteriorato la mescola. Poi lo stato dei freni: pastiglie e dischi in che condizioni sono? Infiune l’equilibratura va sempre fatta anche in presenza di treni di gomme già su cerchi (per chi ha il doppio set), mentre la convergenza è facoltativa. L’operatore sa capire se serve guardando lo stato delle gomme. I cerchi delle gomme invernali hanno subito danni? Proponete il ripristino così in autunno tutto sarà al 100% per la prossima scadenza gomme invernali.

 

 

 

 

a cura di Renato Dainotto - foto PHOTO-R

production mode