Attualità

Mercedes MBUX Hyperscreen: il nuovo display per la Stella

L'MBUX Hyperscreen sarà lanciato nella berlina di lusso full electric EQS completamente elettrica. Si tratta di una unità schermo composta da tre display apparentemente uniti senza soluzione di continuità: non è solo la più grande interfaccia uomo-macchina costruita da Mercedes-Benz fino ad oggi

A pochi giorni dalla sua anteprima mondiale digitale, il nuovo MBUX Hyperscreen celebra il suo debutto digitale al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas. Con una larghezza di 141 centimetri, l’esclusiva unità schermo composta da tre display apparentemente uniti senza soluzione di continuità non è solo la più grande interfaccia uomo-macchina costruita da Mercedes-Benz fino ad oggi, ma anche di gran lunga la più intelligente: esteticamente impressionante, radicalmente facile da usare e desideroso di imparare. Grazie all’intelligenza artificiale, il display e il sistema operativo si adattano completamente all’utente e forniscono suggerimenti personalizzati per numerose funzioni di infotainment, comfort e veicolo a seconda della situazione. L’MBUX Hyperscreen sarà lanciato nella berlina di lusso full electric EQS completamente elettrica.

PRESENTATO AL CES DI LAS VEGAS

In esclusiva al CES di Las Vegas, Mercedes-Benz presenta in anteprima assoluta la nuova funzionalità MBUX: ‘Mercedes Travel Knowledge’. Questa funzione intelligente valuta i dati della mappa e i suoi dintorni e fornisce molte informazioni sui punti di riferimento interessanti lungo il percorso, dai singoli edifici o punti di interesse a intere città. Guidatore o passeggero possono semplicemente fare una domanda mentre passano, ad esempio: “Ehi Mercedes, cosa puoi dirmi di questo edificio?” oppure “Ehi Mercedes, qual è il nome del ristorante a sinistra?” – e le informazioni vengono visualizzate sul rispettivo display e vengono pronunciate dall’assistente vocale. Grazie al concetto di aggiornamento flessibile tramite il cloud, questa funzione sarà immediatamente disponibile anche nella nuova Classe S oltre all’EQS.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Per accedere alle applicazioni più importanti su MBUX Hyperscreen, l’utente non deve scorrere i sottomenu o inserire comandi vocali. Questo è il motivo per cui Mercedes-Benz definisce il sistema “zero layer“. Le applicazioni più importanti, come la navigazione o il telefono, sono sempre offerte in modo situazionale e contestuale al livello più alto nel campo visivo. Più di 20 altre funzioni – dal programma di massaggio attivo ai suggerimenti per l’elenco delle cose da fare – vengono visualizzate automaticamente con l’aiuto dell’intelligenza artificiale se rilevanti per il cliente.

PIASTRA REATTIVA

Per il feedback tattile durante il funzionamento, un totale di dodici attuatori si trovano sotto le superfici del touchscreen. Se un dito tocca alcune specifiche aree, si attiva una sensibile vibrazione della piastra di copertura. Otto core CPU, 24 gigabyte di RAM e 46,4 gigabyte al secondo di larghezza di banda della memoria RAM sono tra i punti salienti tecnici.

Mercedes-EQ. MBUX Hyperscreen

Mercedes-EQ. MBUX Hyperscreen

a cura di Renato Dainotto