Attualità

Revisioni: partono le nuove regole dal 20 maggio

Il 20 maggio l’Italia recepirà con un recente decreto la direttiva europea 2014/45, emanata tre anni fa, che sancisce nuove regole in materia di revisioni auto. In particolate, da questa data verrà rilasciato da officine e centri di revisione il certificato di revisione dell’Unione europea, nel quale saranno riportate tutta una serie di informazioni dettagliate sul veicolo. Il nuovo certificato si configura come una sorta di “pagella” del veicolo con tutti i risultati dei test e delle prove effettuate, divise per sezioni ognuna delle quali avrà una votazione. Verrà inoltre espresso un giudizio relativo ai punti critici – lievi, gravi o pericolosi – a cui l’automobilsita dovrà porre rimedio prima della successiva revisione.

Ad ogni revisione dovranno dunque essere registrati i chilometri percorsi dal veicolo, che saranno di pubblica consultazione. Questo dovrebbe fare da deterrente alle frequenti “manipolazioni” del contachilometri per ringiovanire le auto e rivenderle nel mercato dell’usato.

Non cambia invece la cadenza delle revisioni, da svolgere quattro anni dopo la prima immatricolazione e successivamente ogni due anni

Previsto un inasprimento dei controlli; coloro che verranno scoperti senza essere in regola con la revisione andranno incontro ad una sanzione che potrà oscillare tra i 169 euro ai 680 euro.

production mode