Attualità

Tu che maschera userai nella fase 2?

La fase 2 dell’emergenza Coronavirus passa anche attraverso l’uso dei DPI (dispositivi di protezione individuale) per poter rientrare e raggiungere il posto di lavoro, carrozzerie comprese. Dovremo abituarci all’uso di gel disinfettanti, guanti e mascherine. Sulle mascherine il dibattino è già acceso da parecchie settimane: reperibilità, prezzo e tipologie. Se sulle prime due voci possiamo aggiungere poco a quanto si è già visto e letto: poi a dirla tutta spetta alla politica dare una regolamentazione sia per i prezzi sia per la distribuzione capillare. Noi di Car Carrozzeria possiamo aggiungere un po’ di chiarimenti sulle varie tipologie, le loro caratteristiche e l’utilizzo che andrebbe fatto. Voi carrozzieri con le mascherine ci lavorate da anni, ma un conto è difendersi da polvere ed esalazioni, altra storia è cercare di erigere una barriera ai virus. Ecco una rassegna di quanto offre il mercato.

MASCHERA CHIRURGICA: Non aderisce ai contorni del viso è infatti studiata per impedire la fuoriuscita da bocca e naso delle goccioline di secrezioni respiratorie. In media hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 95% e verso l’interno (in respirazione) del 20%. In ambiente sanitario sono definite protezioni altruiste

MASCHERA FFP1, FFP2, FFP3 con valvola: proteggonoin maniera progressiva chi la indossa ma non gli altri: dalla valvola esce il respiro sono studiate infatti per rendere più facile la respirazione di chi fa lavori pesanti come in carrozzeria. Se indossare da un malato (positivo) non bloccano il contagio. In ambiente sanitario sono definite protezioni egoiste.

FFP1 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 20% e verso l’interno (in respirazione) del 72%
FFP2 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 20% e verso l’interno (in respirazione) del 92%
FFP3 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 20% e verso l’interno (in respirazione) del 98%

MASCHERA FFP1, FFP2, FFP3 senza valvola: hanno una protezione progressivamente elevata sia per chi la indossa sia per chi si trova in prossimità. Sono definite protezioni intelligenti.

FFP1 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 72% e verso l’interno (in respirazione) del 72%
FFP2 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 92% e verso l’interno (in respirazione) del 92%
FFP3 hanno una capacità filtrante verso l’esterno del 98% e verso l’interno (in respirazione) del 98%

Questa breve guida dovrebbe aiutarvi a scegliere le protezioni giuste per voi e per i dipendenti della vostra carrozzeria. Poi se vi interessa approfondire la disinfezione degli ambienti, domestici e di lavoro, potete scaricare la guida dell’Istituto Superiore di Sanità direttamente da questo post.

a cura di Renato Dainotto - Foto PHOTO-R

Documenti Allegati

Rapporto-ISS-COVID-19-n.-5_2020-indoor.pdf

production mode