Attualità

L'auto diventa un assistente personale

Al CES® 2017, Bosch ha presentato una nuova concept car che mostra le modalità con cui, nel prossimo futuro, i vari ambiti della vita quotidiana saranno perfettamente interconnessi fra loro

Entro il 2022, il mercato globale della mobilità connessa inizierà a crescere di circa il 25% annuo. Le auto saranno sempre più parte attiva dell'IoT e potranno comunicare con altri mezzi di trasporto connessi, oltre che con i sistemi di domotica. Al CES® 2017, Bosch ha presentato una nuova concept car che mostra le modalità con cui, nel prossimo futuro, i vari ambiti della vita quotidiana saranno perfettamente interconnessi fra loro. “Il veicolo giocherà un ruolo centrale in questa trasformazione della comunicazione”, ha dichiarato Struth. Inoltre, verrà migliorata la comunicazione tra auto e guidatore: nuove funzioni connetteranno l'auto al suo ambiente circostante, ai sistemi di smart home e alle officine. Queste funzioni contribuiranno a renderanno possibile una guida altamente automatizzata. Bosch sta lavorando alacremente alla fusione sinergica di mobilità e servizi intelligenti. La connettività sta trasformando l'auto in un assistente su quattro ruote.

La concept car Bosch presenta una vasta gamma di tecnologie innovative: non appena il guidatore si siede in auto, la tecnologia di riconoscimento facciale sistema il volante, gli specchietti, la temperatura interna e la stazione radio in base alle specifiche preferenze. Tutto è controllato da un display aptico e da un innovativo sistema di controllo gestuale. Entrambi forniscono un feedback tangibile quando vengono utilizzati. Grazie all'elevata automazione dell'auto, servizi basati sul cloud consentono di partecipare a videoconferenze, oppure permettono a guidatori e passeggeri di pianificare le sessioni di shopping del fine settimana o di vedere i loro video preferiti. Secondo uno studio recentemente commissionato da Bosch, entro il 2025 la guida altamente automatizzata farà risparmiare quasi 100 ore l'anno ai guidatori di USA, Germania o Cina. In termini puramente tecnici, sono le centraline di comunicazione come il Central Gateway Bosch a rendere possibile la connettività. Il Central Gateway è un hub che assicura la comunicazione con tutti i domini attraverso tutti i tipi di bus dati. ETAS e ESCRYPT, società del Gruppo Bosch, offrono soluzioni di trasmissione e crittografia. Queste aziende assicurano che gli aggiornamenti del software del veicolo basati sul cloud siano eseguiti in piena sicurezza per tutta la vita del veicolo. Se l'auto comunica con il suo ambiente circostante, gli aggiornamenti di sicurezza devono essere eseguiti su base regolare.

Comunicando con l'ambiente circostante, l'auto può anche ricoprire un ruolo importante all'interno delle smart city. Per esempio, con il “community-based parking”, l'auto diventa un localizzatore di posti auto. Durante la guida, l'auto rileva gli spazi utili fra le auto parcheggiate. Un servizio basato sul cloud sfrutta questi dati per creare una mappa dei parcheggi in tempo reale. Questo permette ai guidatori di risparmiare tempo e denaro e contribuisce a ridurne i livelli di stress.

production mode